Auricularia auricula judae

Auricularia auricula-judae

Boletus luridus erythroteron

Boletus luridus erythroteron

Boletus luteocupreus

Boletus luteocupreus

Cantharellus ferruginascens

Cantharellus ferruginascens

Collybia confluens

Collybia confluens

Coprinus comatus

Coprinus comatus

Cortinarius cinnabarinus

Cortinarius cinnabarinus

Cortinarius rufo olivascens

Cortinarius rufo olivascens

Craterellus cornucopioides

Craterellus cornucopioides

Cystolepiota aspera

Cystolepiota aspera

Geastrum fimbriatum

Geastrum fimbriatum

Hygrophoropsis aurantiaca

Hygrophoropsis aurantiaca

Laccaria amethistina

Laccaria amethistina

Lactarius intermedius

Lactarius intermedius

Lactarius salmonicolor

Lactarius salmonicolor

Lepiota cristata

Lepiota cristata

Limacella guttata

Limacella guttata

Lycoperdon perlatum

Lycoperdon perlatum

Lyophyllum conglobatum

Lyophyllum conglobatum

Macrolepiota procera

Macrolepiota procera

Phallus impudicus

Phallus impudicus

Ramaria pallida

Ramaria pallida

Russula amethystina

Russula amethystina

Russula raoultii

Russula raoultii

Russula vesca

Russula vesca

Tremella mesenterica

Tremella mesenterica

Tricholoma ustale

Tricholoma ustale

18. Qual è il fungo più grande mai trovato?

Difficile dirlo.
Le notizie che si trovano non sempre sono confermate o credibili. È comunque accertato che in Zambia i cosiddetti “funghi dei termitai” (Termytomyces) raggiungono e superano abitualmente i 10 kg con un cappello di oltre 60 cm di diametro. Recenti notizie, corredate da foto, hanno divulgato il ritrovamento in Chiapas (Sud-America) di un esemplare di circa 20 kg e 70 cm di altezza. Alcuni “funghi del legno” grazie ad accrescimenti successivi che si sommano anno dopo anno possono eccezionalmente superare i 10 kg.
In Italia i giganti dei funghi sono le mazze di tamburo (Macrolepiota procera) che possono raggiungere i 50 cm di altezza e, per quanto riguarda il peso, la vescia gigante (Langermannia gigantea) che può superare i 70 cm di diametro e i 15 kg di peso.