Auricularia auricula judae

Auricularia auricula-judae

Boletus luridus erythroteron

Boletus luridus erythroteron

Boletus luteocupreus

Boletus luteocupreus

Cantharellus ferruginascens

Cantharellus ferruginascens

Collybia confluens

Collybia confluens

Coprinus comatus

Coprinus comatus

Cortinarius cinnabarinus

Cortinarius cinnabarinus

Cortinarius rufo olivascens

Cortinarius rufo olivascens

Craterellus cornucopioides

Craterellus cornucopioides

Cystolepiota aspera

Cystolepiota aspera

Geastrum fimbriatum

Geastrum fimbriatum

Hygrophoropsis aurantiaca

Hygrophoropsis aurantiaca

Laccaria amethistina

Laccaria amethistina

Lactarius intermedius

Lactarius intermedius

Lactarius salmonicolor

Lactarius salmonicolor

Lepiota cristata

Lepiota cristata

Limacella guttata

Limacella guttata

Lycoperdon perlatum

Lycoperdon perlatum

Lyophyllum conglobatum

Lyophyllum conglobatum

Macrolepiota procera

Macrolepiota procera

Phallus impudicus

Phallus impudicus

Ramaria pallida

Ramaria pallida

Russula amethystina

Russula amethystina

Russula raoultii

Russula raoultii

Russula vesca

Russula vesca

Tremella mesenterica

Tremella mesenterica

Tricholoma ustale

Tricholoma ustale

17. I funghi sono influenzati dal tipo di suolo?

È questo un aspetto da pochi conosciuto. Molti funghi micorrizici infatti sono molto esigenti in fatto di suoli; esempi eclatanti sono il pregiato tartufo bianco (Tuber magnatum) che cresce esclusivamente su suoli calcarei, poco evoluti, relativamente umidi per molta parte dell’anno e alcuni porcini (i Boletus edulis e pinophilus) che crescono viceversa su suoli acidi ed evoluti. Molte altre specie assai conosciute hanno anch’esse esigenze particolari: l’Amanita muscaria, ad esempio, cresce su suoli acidi e, per questo, se la si incontra è presumibile che nell’area anche i porcini siano presenti. Al contrario molte altre specie sono assolutamente indifferenti al suolo. È comunque certo che su questo argomento non tutto è conosciuto e le attuali ricerche vanno proprio nel senso di trovare e definire un maggior legame tra fungo, pianta simbionte, suolo e clima.